Discussione episodio 3×18 “D.O.C.”

27 04 2007
lost italian DOC 3x19

Titolo:D.O:C
Data di messa in onda: 25 aprile 2007
Autori: J.J. Abrams, Damon Lindelof
Regia: Jack Bender
Guest star: M.C. Gainey (Mr. Friendly) , Alexandra Morgan (Moderator), Sonya Seng (Receptionist), Sally P. Davis (Teacher), Julie Ow (Nurse), Blake Bashoff (Karl), Julie Adams (Amelia), Stephen Semel (Adam), Isabelle Cherwin (Little girl), William Mapother (Ethan), Brett Cullen (Goodwin), John Terry (Christian Shephard), Julie Bowen (Sarah)
Ascolti: 11.860.000
Episodio incentrato su Sun.

Ecco che chi muore si rivede e Michail, il caro omonimo del famoso filosofo, rifà la sua comparsa sull’isola delle meraviglie e dei misteri. Perché allora non fare anche un parco a tema con soggiorno ad Othersville?In ogni caso mi sa che il sistema difensivo non lo è poi così tanto e non riconosce bene quali sono i suoi “datori di lavoro” e così gli others si sono dati da fare per costruire quella specie di sistema sonico che se ci passi ti ritrovi steso per qualche giorno e ti risvegli con un gran mal di testa e di denti ma che tutto sommato ti salva dal caro zio John Locke. Ebbene sì il prossimo episodio, udite udite, sarà proprio sul distruttore per eccellenza, il frangitore, il credente, lo spacciatore, il paralitico rifattosi nuovo Lazzaro, il visionario/veggente, omonimo anch’egli di un filosofo ormai scomparso (lo sarà ormai anche lui?) molti secoli or sono.

Tutto comincia e finisce con un big crunch che si va ripetendo per ogni disallineamento quantistico dell’universo intero (vedi S. Hawking) dopo l’azionamento del failsafe di Des oppure è solo tutta una gran coincidenza cosmica? Tutti loro sono figli di strani eventi che appaiono chiaramente intrecciarsi più e più volte fino all’assurdo: il padre di Locke, Anthony Cooper (e forse anche l’originale Mr. Sawyer), è sull’isola per riabbracciare e far sfracellare il figliolo? E allora tutto è un eterno ritorno una grande ruota panoramica in continua rotazione e forse Des doveva proprio lasciar morire il chitarrista dei Drive Shafts

Ma la poliglotta paracadutista dai tratti indiani da dove salta fuori? Una che si butta col paracadute e inizia a chiedere aiuto anche in cinese e ITALIANO per la gioia nostra e di Michail. La foto tutto fa pensare tranne che sia caduta dal cielo casualmente. Lei è lì per il salvatore della terra Desmond e la manda Ms. Penelope Widmore per conto della Tet Corporation.

E la stanza segreta nel retro della stazione del caduceo che nasconde un registratore con il quale la perfida (o no?) Juliet lascia messaggi quasi amorosi al suo dolce Ben dagli occhiali ottocenteschi? Ci avreste mai scommesso? Io si. Perché alla fine questi qua, questi losties, sono davvero persi, ma completamente e la cara Danielle si piazza in prima posizione con ben 16 anni di cazzate alle spalle. E se JACOB fosse la Rosseau? Io penso che sia la risposta più logica a questo punto. Ma la Rosseau non ha concepito sull’isola? Come avrà fatto? Quando diavolo vedremo la sua storia invece di continuarci a fracassare con Sun?

Io punto su Jin che mi sembra quello che meno capisce e che più ci prova; almeno questo… Uno come Desmond e uno come Jin, che sono stati sotto le armi perché non stanno a fianco di Sayid? E Locke ci starebbe proprio come guastatore in seconda linea. Mi sa che l’unica soluzione a tutti i misteri è lui, perché solo infiltrandosi può finalmente sapere. Ma ci pensate se il caro papà snaturato è lì per un salvataggio? Naaaa. 😛

Un importante clue è di sicuro il suono della pistola lanciarazzi quando Hugo Reyes inizia a giocarci e parte un colpo. E’ proprio il mostro o almeno il suo rumore. Altra cosa da non sottovalutare è quello che dice la nuova arrivata con mezzo polmone ancora funzionante in portoghese: confida al caro monocolo di Michail che non è sola. :O

Ora vedremo davvero Penny? Io lo spero.

Annunci




Discussione episodio 3×17 “Catch-22”

23 04 2007
lost italian catch 22


Titolo:
Catch-22
Data di messa in onda: 18 aprile 2007
Autori: Jeff Pinkner, Brian K Vaughan
Regia: Stephen Williams
Guest star: Andrew Trask (older monk), Andrew Connolly (Brother Campbell), Joanna Bool (Ruth), Jack Maxwell (Derek), Sonya Walger (Penny Widmore), Marsha Thomason (Naomi)
Ascolti: 11.075.000

Questo episodio è incentrato su Desmond e i trailers li trovate qui.
Chi avrebbe mai pensato che Desmond fosse stato un monaco e avesse così incontrato Penny alzi la mano. Di certo una cosa del genere lascia alquanto di stucco. E poi il priore come diavolo faceva ad avere una foto sulla sua scrivania che lo ritraeva con l’oracolo delle predizioni che vende gioielli visto in “Flash before your eyes“? Di sicuro l’odissea di Des non è affatto finita e il viaggio per tornare ad Itaca dalla sua Penelope non sembra affatto facile.
Abbiamo però scoperto il motivo dell’appellativo ricorrente con cui il nostro sostituto di Kelvin soleva chiamare tutti gli altri losties. Infatti, il suo chiamare tutti “brotha” e il suo attaccamento alla bottiglia derivano dai suoi trascorsi monacali anche se di breve durata.Una cosa su cui porre l’attenzione è l’introduzione della tecnica del flashforward che si affianca all’utilizzatissimo flashback. Di certo gli autori hanno tratto in inganno molti degli spettatori più attenti inserendo anche dei flash ritoccati per far credere che Penny fosse presente in una visione di Des che la ritraeve circondata dalla verdeggiante flora isolana. Quello che lo scozzese vede è anche parte del suo subconscio che desidera con tutte le sue forze rivedere l’amata Penny (ah come lo dice bene Desmond, il suo accento è magnifico).





Ci sarà anche il videogioco di LOST

18 04 2007

Pare proprio che la Ubisoft produrrà un videogioco basato su LOST e la cosa è stata anche confermata da Lindelof e Cuse. Tutto ciò non può che far bene alla serie e magari avvicinare anche gli adolescenti che fino a quando non vedono un videogioco su qualcosa pare proprio che non si interessino (telefonini, videogiochi, musica mp3 sono le cose che li smuovono).

Purtroppo quelli della Ubisoft ancora hanno le bocche cucite sull’argomento e non c’è nulla che possa interessare un pubblico di videogiocatori se non questo rumoreggiare; non si ha nessuna idea di quale tipo di gioco possa essere prensetato al pubblico lostiano. Si potrebbe magari pensare a qualcosa più alla stile Matrix, con il gioco che spiega parte della storia che non trovava posto nella sceneggiatura o qualcosa da affiancare alla riuscita esperienza di gioco “reale” attuato con la LOST Experience.

Le indiscrezioni dei produttori sono per le piattaforme che dovrebbero essere PS3, Xbox 360 e PC.

Fonte 1up.com





La data dell’incidente confermata

18 04 2007

I nostri Losties sono “atterrati” sull’isola del mistero il 22 settembre 2004. Questo particolare ci viene confermato nell’episodio 16 dal titolo “One of us” andato in onda sulla ABC la scorsa settimana. Su una copia del Miami Journal che Mikhail ha visualizzato su uno degli schermi della stazione Flame appare in bell’evidenza questa data, intanto sugli altri schermi vanno le immagini dei tg americani con in primo piano l’incidente del volo 815.

Via Sledgeweb’s LOST





Stasera in onda l’episodio 17 “Catch-22”

18 04 2007

Autori: Jeff Pinkner, Brian K Vaughan
Regia: Stephen Williams
Guest star: Andrew Trask (older monk), Andrew Connolly (Brother Campbell), Joanna Bool (Ruth), Jack Maxwell (Derek), Sonya Walger (Penny Widmore), Marsha Thomason (Naomi)

Questo episodio è incentrato su Desmond e i trailers li trovate qui.

Desmond Lost italian

Trama
Desmond coaxes Charlie, Hurley and Jin on a trek across the jungle after experiencing one of his future-prophesizing “flashes” — but is he purposely placing Charlie’s life in harm’s way? Meanwhile, Kate turns to an unwitting Sawyer after seeing Jack alone with Juliet.





J.J. Abrams sulla “Torre Nera” di King

17 04 2007

Avete notato il fatto che Stephen King più volte è stato citato durante tutta la serie di LOST? Vi ricordate dell’intervista apparsa su Entertainment Weekly e da noi riportata qui? Tutto ciò non era solo una pura coincidenza ma un sintomo dei tempi che verranno e della collaborazione di Abrams, Lindelof e Cuse con lo stesso Re del Brivido per l’adattamento del più lungo romanzo popolare della storia, lo stesso che racchiude tutta l’opera del famoso e apprezzato scrittore del Maine: “La Torre Nera” (titolo originale The Dark Tower). Questo romanzo si compone di ben sette libri e adesso ha visto anche la luce come saga a fumetti edito dalla Marvel sempre con il nome de “The Dark Tower”.
Io vi consiglio vivamente di comprare almeno il primo volume della saga dal titolo “L’ultimo cavaliere”, sono certo che se anche conoscete King la lettura di questo romanzo vi troverà spiazzati. Tutto quello che si sente dire su questo autore non è molte volte preciso; in effetti non è che scriva solo ed esclusivamente romanzi dell’orrore, leggete per credere. 😉

Il 24 febbraio 2007 lo stesso Stephen King ha confermato al Comic Con di New York che non ha saputo dire di no ad Abrams e al suo collaboratore Damon Lindelof per un futuro adattamento cinematografico della sua opera chiedendo un anticipo di 19 $ per bloccare i diritti. Il 19 è un numero ricorrente nella trama dello stesso romanzo e chi ha lo ha letto capirà anche la portata di tale scelta e del suo comportamento; sembra quasi un qualcosa di già visto.

La torre nera - Il film (artwork)


“Attenti al tizio a piedi”





Cosa fare prima di vedere LOST

17 04 2007

Ho appena visto questo divertente video dove appare addirittura Maggie Grace (la defunta Sharon) e non potevo non girarvelo. Voi fate qualcosa di particolare prima o dopo la visione di LOST?

Via [info]serie_tv e Volo815