John Locke e Jeremy Bentham

2 09 2008

John Locke e Jeremy Bentham sono stati due famosi filosofi inglesi vissuti rispettivamente nel 1600 e nel 1700.

John Locke

John Locke

Locke concentra le sue riflessioni su tre tematiche: la teoria della conoscenza, la politica e la religione. È evidente la sua polemica verso il razionalismo cartesiano. Nell’ambito della riflessione politica, Locke cercò di ideare un sistema basato sull’utile della convenienza, che potesse fornire il miglior vantaggio per tutti.

Per saperne di più su John Locke

Jeremy Bentham

Jeremy Bentham

Bentham fu uno dei più importanti utilitaristi, in parte tramite le sue opere, ma in particolare tramite i suoi studenti sparsi per il mondo. Tra questi figurano il suo segretario e collaboratore James Mill e suo figlio John Stuart Mill, oltre a vari politici (e Robert Owen, che divenne poi uno dei fondatori del socialismo).

Argomentò a favore della libertà personale ed economica, la separazione di stato e chiesa, la libertà di parola, parità di diritti per le donne, i diritti degli animali, la fine della schiavitù, l’abolizione di punizioni fisiche, il diritto al divorzio, il libero commercio, la difesa dall’usura, e la depenalizzazione della sodomia.

Per saperne di più su Jeremy Bentham